“Il Nostro Turismo 2021”, al via il tour della Filcams Cgil Sardegna dedicata agli stagionali del turismo

“Il Nostro Turismo 2021”, al via il tour della Filcams Cgil Sardegna dedicata agli stagionali del turismo

Dopo un lungo stop causato dalla pandemia, la Filcams Cgil Sardegna si riappropria dei luoghi che appartengono alla sua natura di sindacato di strada: le piazze e, in particolare, le spiagge, protagoniste del tour regionale “Il Nostro Turismo 2021” che parte lunedì da Olbia e fa seguito alla campagna estiva “Backstage, il lavoro che non vedi vale”, del 2019.

L’iniziativa, in diciassette tappe dal 5 luglio al 9 agosto, è dedicata agli stagionali del turismo, che purtroppo ultimamente sono stati oggetto di una campagna denigratoria montata da una certa parte del mondo imprenditoriale. “Dicono che non sono disposti ad accettare un lavoro perché vivono di sostegni – ha sottolineato la segretaria regionale Filcams Nella Milazzo – ma dati e testimonianze dirette raccontano proposte inaccettabili, con stipendi esigui e sfruttamento da parte delle imprese”.

Non solo, il settore è caratterizzato da rilevanti quote di lavoro nero, fino al 70 per cento. La campagna Filcams ha l’obiettivo di informare i lavoratori sui diritti e le tutele che devono ritornare a essere esigibili per tutti, in ogni realtà, nelle spiagge come nelle attività ricettive e di ristorazione.

I delegati saranno presenti nelle spiagge e nei luoghi di lavori con i banchetti Filcams nei quali offriranno assistenza su buste paga, retribuzione delle ore supplementari, Naspi e tutto ciò che riguarda il lavoro stagionale.

“La finalità- spiega Milazzo – è anche portare la cultura dei diritti e del lavoro qualificato, regolare e dignitoso, proprio in quei contesti in cui, tra vacanze e divertimento, purtroppo passa in secondo piano”. A risentirne, secondo la Filcams, è il settore nel suo complesso, che deve invece fondarsi su una nuova sostenibilità sociale e, naturalmente, ambientale.

Dopo la prima tappa lunedì a Olbia, il tour prosegue a Tortolì il giorno dopo, per poi a Villasimius l’8 luglio. Poi Santa Teresa di Gallura il 12, Stintino il 15, Pula il 21, Alghero il 22, Torregrande il 23, San Teodoro il 26, Calasetta e Bosa il 28 luglio. E ancora, in agosto: Pula il 3, Calasetta il 4, Tortolì Barisardo e Alghero il 5, Villasimius il 6, Arzachena il 9.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *